Se la paura del dolore è un’importante scoglio tra te e la tua voglia di sfoggiare un piercing alla lingua allora sarai in cerca di testimonianze e rassicurazioni: secondo gran parte dei soggetti che hanno deciso di fare il piercing sulla linguail dolore non è poi così intenso.

Ma il piercing alla lingua è doloroso? Scopriamolo insieme…

Se continui a chiederti “ma il piercing alla lingua fa male?” e sei ancora indeciso sul da farsi sarai contento di sapere che in genere il piercing alla lingua viene annoverato tra i piercing meno dolorosi.

Immagina di morderti la lingua: l’ago pizzica ma poi, affondando nella lingua, non provoca un dolore particolarmente forte.

Il momento cruciale? Quando il piercer ti forerà la lingua…

Quando si ha paura di qualcosa spesso sapere esattamente a cosa si sta andando incontro aiuta: se vorresti fare un piercing alla lingua ma temi il dolore cerca innanzitutto di avere chiaro il procedimento: più avrai le idee chiare più affronterai il dolore con consapevolezza.

Il piercer prima ti chiederà di tirare fuori la lingua più che puoi e poi, dopo averla afferrata con il forcipe, forerà la lingua. È quello il momento cruciale: il piercer usa l’ago per forare la lingua dall’alto verso il basso nel punto che ha precedentemente stabilito e in pochi secondi l’ago viene sostituito dal gioiello.

Il foro è questione di pochi secondi: ma quanto male fa?

Naturalmente il dolore è sempre un’esperienza molto soggettiva: è vero che molti ricorderanno il momento del foro come pochi secondi di dolore più che sopportabile e che alcuni, addirittura, potranno dirti di non aver sentito praticamente nulla ma è anche vero per altri (sebbene in minoranza)  il foro con l’ago e l’inserimento del piercing all’interno del foro può essere stata un’esperienza molto dolorosa.

Piercing e dolore: anche dopo il foro meglio fare attenzione…

E dopo il foro? Adesso hai il tuo piercing alla lingua ma non sai come quanto il processo di guarigione potrà essere sofferto.

Anche dopo il foro il dolore resta piuttosto soggettivo ma, in generale, dovrai mettere in conto il gonfiore, la difficoltà a parlare e mangiare che caratterizzerà i primi giorni, e quel fastidio dato dalla presenza di un “corpo estraneo”. Le parole d’ordine per sopportare il dolore post-foro? Pazienza e tanta premura nel prendersi cura della ferita.