Ci sono vari metodi per la rimozione dei tatuaggi e quello adottato varia a seconda della dimensione, inutile dire che i migliori procedimenti sono quelli effettuati da un tecnico qualificato.

Quali sono le procedure per la rimozione di un tatuaggio? Alcune sono vere e proprie procedure di chirurgia estetica, e non devono essere presi alla leggera, devono essere effettuati dopo aver preso in considerazione vari aspetti come la salute generale del paziente, i rischi, la probabilità di successo nella rimozione del tatuaggio, le spese e la necessità di sottoporsi alla procedura da un medico qualificato.

Tecniche della rimozione del tatuaggio

Ci sono vari metodi per la rimozione dei tatuaggi, alcuni tra i più diffusi sono escissione, dermoabrasione, coagulazione ad infrarossi e laser. Ognuno di questi metodi riesce arimuovere il tatuaggio, ma ognuno di essi presenta dei pro e dei contro. Il successo del processo è determinato dalla qualità della pelle, dall’anzianità del tatuaggio, dall’esperienza del tatuatore e dal processo di guarigione del paziente.

Fattori implicati nella rimozione

Ogni tatuaggio ha caratteristiche diverse che influenzano il numero di sedute necessarie per la sua rimozione.

Questi includono:

  • Dimensione
  • Colore
  • Tipo di inchiostro utilizzato
  • Se il tatuaggio è vecchio o nuovo

Il numero di sedute necessarie per il trattamento di rimozione del tatuaggio laser è principalmente determinato dal colore del tatuaggio. La maggior parte dei tatuaggi è composta da famiglie di colore diverso ed è necessario un trattamento diverso per ciascuno di essi. Alcuni tatuaggi possono richiedere tra i 15 e i 20 trattamenti prima di essere completamente rimossi. I tatuaggi di colore turchese sono alcuni tra i più difficili daeliminare, perché non c’è un processo che li elimini in modo efficace. Nella maggior parte dei casi, la rimozione dei tatuaggi dura da sei a dodici sedute che possono essere distribuite su diversi mesi o pochi anni.

Elettrosalatura

I tatuaggi sono stati una parte della cultura umana per più di 4.000 anni, e il dilemma di rimuovere tatuaggi indesiderati è esistito da tempo. Una tecnica nota come abrasione con il sale  è stata usata per secoli per rimuovere i tatuaggi, e anche se esistono oggi metodi tecnologicamente più avanzati come la rimozione del tatuaggio tramite il laser.  La salasabrasione, oggi elettrosalatura, è ancora oggi usata per rimuovere i tatuaggi indesiderati. E’ necessario conoscere bene la tecnica prima di decidere di cancellare il tatuaggio con questo metodo.

Processo iniziale

L’elettrosalatura utilizza ingredienti semplici: sale da cucina comune, acqua di rubinetto e un dispositivo abrasivo come un blocco di legno avvolto in una garza. A volte viene somministrato un anestetico locale prima della procedura, dal momento che ci può essere dolore. Il processo dura poco più di 30-40 minuti. In primo luogo, la persona che effettua la procedura rade l’area tatuata; poi si applica il sale mescolato con l’acqua, e si utilizza la superficie abrasiva della garza per strofinare energicamente la regione fino a quando si ottiene una profonda ferita rosso sangue. Quindi viene applicata una pomata antibiotica ed una garza sterile, che vengono lasciate in sede per tre giorni. Trascorso questo tempo, la medicazione viene rimossa dalla zona abrasa, e la pelle viene coperta ancora una volta con sale per diverse ore. Segue un altro trattamento con pomata antibiotica, poi la ferita viene lasciata guarire per altri tre giorni.

Fasi successive

Quando viene rimossa la garza, la pelle può apparire coriacea e presentare una consistenza ruvida.
La regione di pelle morta inizierà a separarsi dalla pelle sana sottostante in un tempo variabile fra uno e cinque giorni, tirando con sé il pigmento del tatuaggio. La riparazione della cute induce a rilasciare il pigmento rimanente in maniera naturale. Quando la pelle è totalmente guarita, il tatuaggio può essere completamente rimosso. Se ci sono ancora dei resti, possono essere necessarie altre sedute addizionali per eliminare qualsiasi residuo di pigmento.

Considerazioni post trattamento

La elettrosalatura, anche se è efficace per la rimozione dei tatuaggi, comporta dei rischi: le cicatrici per esempio, è possibile infatti in questo modo sostituire un tatuaggio indesiderato con una cicatrice indesiderata e antiestetica.  Le tecniche come questa portano sempre con sé il rischio di infezione e quindi assicuratevi che, se avete intenzione di adottare questa metodica per cancellare un tatuaggio, venga effettuata da uno specialista affidabile con materiale sterile.

Se siete in dubbio su come dovreste rimuovere il vostro tatuaggio, è sempre una buona idea consultare il medico. Ricordate, esistono altre opzioni.
Costo: 250-300€

Dermoabrasione per rimuovere un tatuaggio

La dermoabrasione è un trattamento intensivo della pelle per guarire le cicatrici, la rughe, la pigmentazione e le lesioni pre-cancerose. E ‘anche un metodo per rimuovere i tatuaggi indesiderati.
La dermoabrasione è un metodo estremo ed è etichettato come intervento chirurgico: il chirurgo infatti, effettuando questa procedura, si avvale di ciò che può essere descritto come uno strumento di levigatura per togliere l’inchiostro tramite sfregamento e carteggiatura degli strati più superficiali della pelle.  Il costo della dermoabrasione è sul livello dei prezzi di una qualsiasi procedura medica minore:  il costo medio per ogni seduta va tra i 200 e i 300 euro per sessione.  Il numero delle sessioni varia in base alla grandezza del tatuaggio e ai suoi colori. Per la dermoabrasione, la maggior parte dei medici chiede in anticipo il pagamento pieno. Alcuni chirurghi offrono varie opzioni di pagamento per rendere il trattamento alla portata di tutti. Ci sono anche linee di credito per questo tipo di procedure.
Come nella maggior parte dei metodi, il costo di rimozione del tatuaggio con dermoabrasione varia da un medico all’altro e può essere fortemente influenzato anche dalla posizione geografica.

Dettagli

Viene  somministrata un’anestesia locale durante l’intera durata della procedura. In seguito l’area sarà rosso e morbida al tatto. Il processo di guarigione richiede settimane e forse mesi. Questa procedura radicale non è raccomandata per le persone che siano inclini allo sviluppo di cicatrici. Il costo di rimozione del tatuaggio è alto in quanto viene eseguito da un medico, ci vuole l’anestesia, e una corretta impostazione clinica. I costi dipendono anche dalle dimensioni dell’area coperta dal tatuaggio.

Escissione (asportazione chirurgica del tatuaggio)

Il metodo di escissione è molto efficace nel caso di piccoli tatuaggi, aiuta a rimuovere il tatuaggio intero se è piccolo in una singola sessione, ma nel caso di quelli più grandi, dovrebbe essere applicata più di una seduta. I grandi tatuaggi possono essere rimossi in più sedute, in cui il chirurgo estetico inizia con la rimozione della pelle al centro, completando il processo di escissione dopo che la ferita è guarita completamente, verso le parti esterne. La rimozione del tatuaggio intero può richiedere mesi di tempo, variabile a seconda delle dimensioni. Si può anche eseguire un trapianto di pelle da un’altra parte del corpo. In termini semplici, il processo implica la rimozione della pelle col disegno  e poi l’applicazione di cuciture sui bordi per chiudere. La procedura viene eseguita in anestesia locale per addormentare il dolore. Le varie fasi di questa procedura sono:

  • Iniettare un anestetico locale nella zona del tatuaggio per renderla insensibile e senza dolore
  • Tagliare il tatuaggio,  questo include la rimozione sia dell’epidermide che del derma. Questo processo è denominato “rimozione dello spessore”.
  • Cucitura ai bordi della zona vuota lasciata dalla rimozione del tatuaggio con l’aiuto di suture speciali

Il costo di ogni seduta in media è di 200€.

Coaugulazione con infrarossi per togliere il tatuaggio con il laser

La differenza tra la rimozione del tatuaggio con il laser e quella con il laser a infrarossi sono le lunghezze d’onda della luce: il laser tipico usato per la rimozione dei tatuaggi è nella lunghezza d’onda della luce visibile, mentre la lunghezza d’onda infrarossa è nello spettro della luce invisibile. In un certo senso, i pigmenti di inchiostro sono letteralmente bruciati per essere lavati via dai processi di ripulitura del corpo. Inoltre, dovrebbe essere noto che con la rimozione del tatuaggio a raggi infrarossi, il colore dell’inchiostro non ha importanza, cosa che invece è da considerare  quando si utilizza un laser normale per la rimozione: possono essere molto più difficili da rimuovere i verdi,  i colori pastelli e il giallo. Ora si può capire perché a volte il metodo ad infrarossi è il metodo preferito.
Tenete presente che questi criteri funzionano bene per alcune persone e invece sono terribili quando adottati da altri: in realtà, dipende molto da come la pelle reagisce ai trattamenti normali, come guarisce, e dal tipo e dal tono generale della pelle. Una tonalità della pelle più leggera normalmente risponde meglio a questi trattamenti di una pelle dalla tonalità più scura: questo non vuol dire però che sulla gente di colore non sia possibile utilizzare la rimozione ad infrarossi.

Costo: a partire da 150€ in base alla grandezza del tatuaggio.

Terapia laser per la rimozione del tatuaggio

I tatuaggi sono sempre stati una parte della cultura di ogni popolo e l’ultimo decennio ha visto una esplosione della mania del tatuaggio. Si stima che oltre 10 milioni di americani abbiano almeno un tatuaggio , un grande business. Tuttavia, la rimozione negli ultimi dieci anni è diventato un business ancora più grande e si stima che oltre il 50% degli individui che hanno un tatuaggio in seguito si pentono e desiderano rimuoverlo. Negli ultimi 3 decenni, la rimozione è stata eseguita utilizzando tecniche chirurgiche sofisticate, che hanno lasciato molte cicatrici;  tuttavia, con i recenti progressi nella tecnologia medica, la terapia laser è diventata lo standard per la rimozione dei tatuaggi. Se avete un tatuaggio che volete rimuovere parzialmente o completamente, dovete prima considerare le opzioni e decidere quale metodo potrebbe essere il migliore per voi.

In che modo i laser rimuovono i tatuaggi?

Il laser lavora dirigendo l’energia verso l’inchiostro nella pelle con un’alta concentrazione di fasci di luce colorata. Questi raggi rompono le particelle di inchiostro in frammenti piccoli che sono poi eliminati da parte delle cellule del corpo. Questo processo di frammentazione delle particelle di inchiostro richiede numerose sessioni a seconda della profondità del livello. La procedura non provoca perdita di sangue e non vengono eseguite incisioni: il laser infatti colpisce selettivamente il pigmento del tatuaggio senza danneggiare la pelle circostante. Però, con una penetrazione più profonda della pelle e più sessioni, il calore generato dal laser può causare dolore e formazione di vesciche. Anche se la tecnologia laser è raffinata, la possibilità di cicatrici è sempre presente quando si eseguano trattamenti multipli.

Rimozione col laser: costi

La media del costo del laser per la rimozione tatuaggio varia da 200 a 500 euro per ogni sessione di trattamento. Il prezzo dipende da diversi fattori, tra cui il tipo e l’estensione deltatuaggio, e le competenze e la formazione del chirurgo. Dal momento che la rimozione del tatuaggio può richiedere diversi trattamenti per essere completata, il costo totale potrebbe andare da un minimo di  1.000 fino a un massimo di 10.000 euro.

Anche se questi prezzi possono sembrare poco accessibili, alcuni chirurghi estetici offrono piani di pagamento e altre opzioni di finanziamento per aiutare i pazienti a coprire il costo.